marcatura ce dei monopattini elettrici

La marcatura CE dei monopattini elettrici è obbligatoria in quanto rientrano nella Direttiva Macchine (2006/42/CE).

Novità sull’utilizzo dei monopattini elettrici

Molto tempestivamente, con una efficacia non usuale, è stata approvata una norma che rende “legale” l’utilizzo dei monopattini elettrici nelle città.

L’operazione è stata molto semplice, a dimostrazione che quando si vuole, si può. Il problema caso mai sono le ragioni del “si vuole”.

I monopattini elettrici sono diventati “legali”, affermando che sono come le biciclette e quindi rientrano nel codice della strada esattamente come le molto più ecologiche e molto più sicure vecchie amiche a due ruote.

Cos’hanno in comune biciclette e monopattini, oltre al marchio CE quando sono elettrici?

Biciclette

Innanzitutto, le biciclette normali e quelle a pedalata assistita necessitano dell’utilizzo dei pedali, cioè il conducente deve fare un’azione meccanica per poter procedere e fino ad una velocità massima di 25 km orari.

Oltre tale velocità l’effetto del motore elettrico ausiliario alla pedalata viene interrotto e si può procedere solo con la forza umana.

Nelle biciclette si è seduti in posizione comoda ed ergonomica, si hanno a disposizione due freni ed i piedi possono essere un valido aiuto all’equilibrio.

Inoltre, le dimensioni delle ruote forniscono un effetto giroscopico che contribuisce all’equilibrio dell’insieme “mezzo più conducente”.

Le biciclette elettriche necessitano di marchio CE.

Monopattini

Sul monopattino si sta solo in piedi, c’è una sola leva del freno, le ruote molto piccole contribuiscono in modo minimo all’equilibrio. Spesso, illegalmente, si viaggia in due.

Per chiarire l’importanza della dimensione delle ruote basta pensare che una ruota con un grande diametro necessita di un lungo percorso prima di cadere di lato, mentre una ruota piccola si “sdraia” in pochissimo spazio. Questo significa che un piccolo sbandamento del manubrio può causare una caduta repentina e rovinosa.

Rimanendo in piedi sul monopattino  si dispone di un equilibrio non efficace e di uno scarso controllo sul mezzo, soprattutto in caso di superfici sconnesse, ma sappiamo che le nostre strade sono prive di buche o  imperfezioni.

Ora i monopattini elettrici per i quali la marcatura CE è d’obbligo non potranno circolare sui marciapiedi, come facevano fino ad ora, con pericolo per i pedoni, ma dovranno circolare per le strade, con pericolo certamente maggiore per i conducenti, ma non vogliamo essere pessimisti in tale senso e ci auguriamo che non ci sia alcun incidente. Sappiamo che pedoni e ciclisti possono circolare tranquilli per le nostre strade.

Aspetti tecnico legali

Le biciclette normali sono prodotti generici, devono rispettare delle norme specifiche e la Direttiva 2001/95/CE “sicurezza generale dei prodotti”.

Le bici a pedalata assistita sono di fatto delle macchine e come tali devono essere marcate CE per poter essere utilizzate in qualsiasi modo e luogo (link alla conformità delle biciclette e marcatura CE).

Nell’articolo 50 del codice della strada non si fa riferimento alla marcatura CE delle biciclette e nemmeno alla marcatura CE dei monopattini elettrici. Evidentemente per il “solerte legislatore” questo è un dettaglio, che apre le porte a qualsiasi prodotto.

Considerazioni

Nella fretta o per scelta sono stati esclusi da qualsiasi considerazione altri veicoli elettrici a due e ad una ruota, che quindi risultano figli di un dio minore, ovvero di un dio che non è appoggiato da alcuna lobby.

Non vogliamo essere maligni e pensare che la fretta legislativa prima dell’ex ministro Toninelli e poi il suo successore sia stata indotta dalle multinazionali che gestiscono l’affitto temporaneo dei questi mezzi  nelle città, sappiamo che queste cose non succedono nel nostro Paese.

Considerazioni a parte la marcatura CE dei monopattini è obbligatoria!

Hai bisogno di eseguire la marcatura CE dei monopattini elettrici?

Sei un produttore od un importatore? Hai bisogno della marcatura CE dei monopattini elettrici e non sai come fare? Chiedere informazioni e ricevere risposte e/o preventivi è gratuito.

La C&C può dare consulenza ed assistenza agli operatori, a partire dall’analisi dei rischi fino al servizio post vendita, incluse tutte le procedure che sono previste dalle varie direttive sui prodotti.

Per qualsiasi informazione e chiarimento in merito, puoi contattarci senza alcun impegnoRiceverai sempre una risposta.

Compila il modulo di contatto nella homepage o utilizza i nostri seguenti contatti:

Mail: squizzato@marchioce.net

Tel: +39 347 3233851

Share This